Il Faro di Capo Spartivento

Capo Spartivento, nel comune di Palizzi (RC), costituisce il punto più meridionale della penisola italiana ed è raggiungibile percorrendo la statale 106 Ionica. L’omonimo Faro si erge imponente sull’antico Heracleum Promontorium denominato poi dagli Italici Erculeum Promontorium per la sua indubbia importanza, sia dal punto di vista nautico che geografico.

Secondo un antica legenda tratta dalla pubblicazione “Brancaleone tra natura e cultura”, un tempo abitava all’interno di una grotta del medesimo promontorio un eremita, Sant’Elmo, che viveva di questua. Sant’Elmo aveva un fratello e sette nipoti. Un tragico giorno il fratello morì, e l’eremita prese con sé le sette figliuole del defunto. Ormai la questua, già appena sufficiente per lui, non bastava più. Una notte mentre meditava e pregava nel tentativo di trovare una soluzione, gli apparve un gigante con una lanterna accesa. Era San Cristoforo per dargli aiuto proprio con la lanterna. L’eremita, non capendo in che modo la lanterna potesse risolvere il suo problema, chiese informazioni. San Cristoforo rispose: “Tu sai che i contrabbandieri vanno per mare. Orbene, quando la notte e’ buia e i venti si scaricano sui flutti, accendi la lanterna, piantala sopra uno di questi scogli e fai lumi ai poveri contrabbandieri che corrono pericolo di rompere la barca”. Da quella sera, Sant’Elmo, fece come gli era stato detto e ricominciata la questua, non passò giorno che non tornasse nella grotta con le bisacce piene di ogni bene, dono dei contrabbandieri grati per l’aiuto, riuscendo così a sfamare le nipoti. Ancora oggi, dopo tanti secoli dalla sua morte, Sant’Elmo, scende dal cielo con la lanterna accesa e salva le navi che stanno per naufragare. Custode del promontorio, il bianco faro Capo Spartivento, si erge fiero e domina su un mare arrabbiatissimo, dove tre imponenti scogli emergono dalle acque.

Chi siamo

La Onlus Caretta Calabria Conservation opera attivamente per la protezione della fauna e della flora associata agli ambienti marino costieri. Obiettivo principale dell’associazione è la salvaguardia della popolazione di tartaruga marina Caretta caretta.

continua

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per ottimizzare servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento, acconsenti all'uso dei cookie. Per saperne di più o negare il consenso, clicca qui